03
AGO
2012

Orgoglio siciliano! Bobo Schillaci al Lee Strasberg Theatre & Film Institute di Los Angeles

Orgoglio siciliano! Bobo Schillaci

al Lee Strasberg Theatre & Film Institute di Los Angeles

 

Galeotto fu il villaggio turistico. Già perché è proprio nella veste di animatore che Giuseppe Schillaci ha iniziato a cimentarsi in quel che meglio gli riesce: recitare!

Una consapevolezza riconosciutagli dall’Artacademy Carrara di Fioretta Mari, la sezione dedicata al musical del C.A.M.S., il College Arti e Mestieri dello Spettacolo di Sicilia, nella quale il nostro Bobo, così soprannominato dagli amici,   ha studiato ed è cresciuto artisticamente.

La professionalità acquisita, assieme allo sviluppo delle sue doti naturali e all’accentuazione delle sue caratteristiche personali, ha consentito a Bobo di partecipare a un Master organizzato negli Studios di Cinecittà Roma dalla Movie Machine e da Manuela Metri, la direttrice tecnica dell’Artacademy rappresentante in Europa degli Istituti Strasberg. È lì che il nostro orgoglio è stato selezionato da Anna Strasberg (moglie di Lee Strasberg, fondatore dell’Actors Studio), tra i tre talenti più meritevoli a livello europeo per una borsa di studio presso il rinomato Lee Strasberg Theatre & Film Institute di Los Angeles.

Bobo sta  frequentando la stessa scuola dei miti del cinema come Paul Newman, Marylin Monroe e Steve McQueen, gli stessi corsi che hanno portato al successo attori del calibro di Angelina Jolie e Johnny Depp.

Bobo Schillaci è decollato negli States con la sua grande caparbietà e quella dolcezza che strega e rapisce anche la signora Strasberg, a quanto pare. Ma al suo cuore fa compiere numerose trasferte da un continente all’altro. Lì, al Lee Strasberg Institute, lo utilizza per sfruttarne la passione, motore propulsore dei suoi successi, e al contempo gli affida la missione di messaggero. E’ di oggi, infatti, la sua mail in cui ci scrive entusiasta dei progressi, dei complimenti, dei corsi e delle incitazioni dei nuovi professori fra cui l’insegnante di recitazione Irma Suandrey (tra le migliori al mondo) a cui pare che il nostro Bobo “piaccia”proprio tanto. Anche Bill Hopkins, l’insegnante di “acting on camera”, guarda Bobo con un occhio particolare dimostrandogli soddisfazione per i ruoli interpretati: pare che il ruolo dell’uomo ubriaco che ha perso tutti i soldi al casinò e litiga con la fidanzata sia cucito a pennello per il lui! Bobo ci ha comunicato di essere impegnato nell’interpretazione di questa scena tratta dall’opera teatrale “The only game in town”. Un primo piccolo orgoglio su cui continuare a investire i propri sforzi!
Le sue giornate trascorrono tra le lezioni di  recitazione “method acting”, quelle di  “acting on camera” ; il canto, la “vocal production” e la dizione americana (la sig. ra Mari si sarà raccomandata!) e per finire il “movment” , rinforzato da sedute di Tai – chi.

 

“Questo è tutto fin ora tutto positivo e tutto alla grande. Un abbraccio” chiude affettuosamente Giuseppe.

Share Button

Lascia un commento

*

captcha *