07
GIU
2013

JABAL – ALI DI GHIACCIO Il nuovo thriller passionale tutto catanese. Da ottobre 2012 nei cinema.

Un ideale da condividere. Una verità da scoprire. Un destino da cambiare. Un amore impossibile. Tutto questo offrirà il lungometraggio prodotto da Filippo Arlotta e Salvo Campisano.

Non può essere definito un semplice lungometraggio, non può neanche essere considerato come il solito film, e se si tenta di inserirlo in una categoria standard si avranno pochi risultati. Jabal – ali di ghiaccioè “una verità da scoprire”. Un esperienza del tutto nuova per chi si trova davanti al grande schermo.

Prodotto e diretto da Filippo Arlotta, che ne ha curato anche la regia insieme aSalvo Campisano, Jabal – ali di ghiaccio rappresenta un viaggio virtuale attraverso l’amore, l’amicizia, la passione. Sentimenti che celano dei segreti, dei lati oscuri, un percorso che porterà alla riscoperta della “ragione”. Un progetto cinematografico “abbracciato” dalle forti braccia del C.A.M.S., il College Arti e Mestieri dello Spettacolo.

Tutto parte dalla passione di due amici per i viaggi d’avventura in luoghi esoterici. Sono loro che organizzano una spedizione sul monte Etna per sfatare la leggenda del cirneco albino, un raro animale, dai poteri straordinari, che vive tra le cime innevate del grande vulcano attivo. Ma all’improvviso accade qualcosa di misterioso e straordinario, che scardinerà, minacciandolo, il destino dei due uomini, al punto tale da costringere un commissario di polizia a ricostruire ciò che è accaduto ai due esploratori sulla montagna e prima ancora a scoprire la verità su chi essi siano realmente.

Jabal – ali di ghiaccio vuole rapire lo spettatore per immergerlo come in un sogno dentro la trama, nella vita dei protagonisti. Il film vuole far leva sui sentimenti degli esseri umani e sulla diversità con cui spesso vengono vissuti. “L’idea – come sostengono i produttori Filippo Arlotta e Salvo Campisano –  è quella di stimolare il confronto con una realtà diversa al fine di ottenere intense riflessioni e idee forti da condividere, cosa che le persone oggi fanno raramente in un mondo sempre più distaccato ed estraneo ai rapporti sociali”.

Le musiche di Giovanni Seminerio, travolgono e contribuiscono, insieme a immagini magistralmente filmate e montate, a far scattare l’immedesimazione nelle situazioni che vivono i personaggi, lasciando l’opportunità di scoprire, contemporaneamente a ciò che vedono sullo schermo, la verità e la realtà.

Jabal rivela scenari fantastici, non solo scene dell’anima, ma paesaggi naturali unici, che forse solo Catania può offrire. Il vulcano attivo più grande d’Europa è stato palcoscenico delle scene del film più coinvolgenti. Il monte Etna, per sua natura ricco di insidie e pericoli, ha offerto terreno fertile a leggende e misteri di ogni genere. I protagonisti non riusciranno a tenere a bada le proprie emozioni, e in un “eruzione di emozioni e sensazioni” vedranno cambiare per sempre la loro vita. “E’ stata una grande opportunità poter recitare in ambienti così estremi. – rivela il protagonistaDaniele Sapio che interpreta Daniel – E’ stata una vera e propria lotta per la sopravvivenza, che ha stimolato il nostro lavoro, e tutto questo sono sicura sarà percepibile dallo spettatore, a vantaggio del nostro film”.

Un ideale da condividere. Una verità da scoprire. Un destino da cambiare. Un amore impossibile. Tutto questo è Jabal – Ali di ghiaccio. Un thriller da non perdere, che colpirà il pubblico. Un modo diverso di concepire il cinema, un occasione per attraversare la psiche umana.

Share Button

Lascia un commento

*

captcha *