07
GIU
2013

Giusy Buscemi, Miss Italia 2012. Nell’Artacademy Carrara, corso di Musical del CAMS, la Miss con “Le stelline negli occhi”, ha incominciato a studiare dizione sognando la carriera di Charlize Theron

Come una conchiglia che si schiude per donare al mare una nuova meraviglia. CosìGiusy Buscemi, la nuova Miss Italia, con l’ambizione di emulare le imprese cinematografiche di Charlize Theron, emerge dal backstage del C.A.M.S. il College di Arti e Mestieri dello Spettacolo di Sicilia, scrigno di energia potenziale che sprigiona luce scintillante. Luce che plasma, inonda e alimenta individui destinati a brillare nel firmamento dello spettacolo. Stars che comunicano emozioni attraverso “stelline negli occhi”. Questo è ciò che Giusy Buscemi comunicò col suo sguardo aFioretta Mari quando, nella Catania di due anni fa, fu incoronata Miss Cinema 2010 dalla direttrice dell’ArtAcademyCarrara. La “signora” della dizione colse nello smeraldo di quegli occhi verdi un bagliore singolare, una carica emotiva che la spinse ad abbracciare l’allora diciassettenne agrigentina, incoraggiandola nel cammino che fin da bambina Giusy sogna di percorrere tra le pellicole dei grandi registi.

L’orgoglio  del C.A.M.S., i cui allievi continuano a riscuotere successi, è un fattore indicativo della professionalità e dell’intuito dei professori che, sol scrutando nelle pupille, riconoscono quella luminosità emotiva dei potenziali, futuri protagonisti del mondo dello spettacolo. Un mondo a cui ballerini, attori e cantanti vengono adeguatamente preparati per le loro “prime”, sicuri di brillare di luce propria.

E le stelline di Giusy hanno talmente brillato a Montecatini Terme da convincere la giuria ad assegnarle un altro premio, quello dal più alto valore emotivo, la fascia “Gli Occhi di Enzo”. “Gli Occhi di Enzo” è il titolo onorifico pensato da Patrizia Mirigliani e dedicato al patron scomparso un anno fa,  che è stato assegnato a Giusy da oltre 250 giornalisti. Il titolo è il simbolo del pensiero di Enzo Mirigliani che parlava sempre degli occhi delle miss e delle donne in generale come espressione della bellezza dell’animo e della luce che esse emanano. Se avesse potuto, diceva il patron, avrebbe voluto realizzare un film completamente dedicato agli occhi delle sue miss.

E quegli occhi, le cui sfumature ricordano il mare su cui si affaccia Menfi, città natale della Buscemi, così profondi e intriganti, hanno incantato anche Federico Rizzo. Infatti, il regista de Il Ragioniere della mafia, tratto dal romanzo omonimo di Donald Vergari, ha scelto la nona Miss Italia della Sicilia per il suo film.

E noi del C.A.M.S. siamo certi che saranno i riflessi di quei riccioli d’oro e la luce dei suoi occhi color smeraldo, a irradiare il set per cui Giusy è stata ingaggiata!

Share Button

Lascia un commento

*

captcha *